frecce

MISURE MESSE IN CAMPO A SOSTEGNO DEI MUSICISTI PER
FAR FRONTE ALL’EMERGENZA COVID-19

 

 

Riepiloghiamo qui di seguito gli aiuti deliberati dalle Istituzioni e dalle società di collecting
in favore di musicisti/artisti/autori/interpreti:

A) INPS ( https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=53544 #)
Di seguito le indennità (stabilite dal Decreto Cura Italia) alle quali, in presenza dei requisiti,
possono accedere i musicisti:
1) Art. 27 – Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.
Al musicista/docente di musica con Partita Iva o titolare di un contratto di collaborazione in essere alla data del 23 febbraio 2020, iscritto alla gestione separata, non titolare di pensione e non iscritto ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.
2) Art. 38 – Indennità lavoratori dello spettacolo.
Al musicista iscritto al Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo (INPS – Gestione Enpals), con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 cui deriva un reddito non superiore a 50.000 euro, e non titolari di pensione, è riconosciuta un’indennità per il mese di marzo pari a 600 euro. Non hanno diritto all’indennità di cui al comma 1, i lavoratori titolari di rapporto di lavoro dipendente alla data di entrata in vigore della presente disposizione. Questa ultima disposizione riguarda i musicisti iscritti all’Enpals ma che hanno un rapporto di lavoro dipendente per il quale percepiscono regolare retribuzione o le indennità sostitutive, quali la cassa integrazione straordinaria in deroga.
Non rientra nel divieto il rapporto di lavoro con le cooperative, atteso che trattasi di contratto di lavoro intermittente (a chiamata) per il quale non c’è retribuzione, né Cassa integrazione in deroga.
3) Art. 44 – Istituzione del Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19.
Il musicista lavoratore autonomo che non è in possesso dei requisiti per ottenere le indennità di cui agli articoli 27 e 38 e che, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19, ha cessato, ridotto o sospeso la sua attività, potrebbe rientrare nel fondo denominato “Fondo per il reddito di ultima istanza” volto a garantire il riconoscimento di una indennità nel limite di spesa di 300 milioni di euro per l’anno 2020.
Per modalità, criteri e priorità, occorre attendere la pubblicazione di uno o più decreti del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze. Per completezza va ricordato che per decreto le indennità di cui agli articoli 27, 28, 29, 30 e 38 non sono tra esse cumulabili e non sono altresì riconosciute ai percettori di reddito di cittadinanza.

*********
Per i soli musicisti della Regione Campania, la Giunta Regionale in data 7 aprile 2020 ha approvato un piano socio economico per l’emergenza Covid con cui, tra l’altro, è stato previsto un’ulteriore indennità una tantum ai professionisti/lavoratori autonomi con un fatturato inferiore a 35.000 euro nel 2019 e che certifichino una riduzione delle attività nei primi 3 mesi del 2020. L’importo è di euro 1.000,00 (mille/00) e verrà erogato nel mese di maggio ed è ad integrazione di quello già riconosciuto dal Governo nazionale con il DL 18/2020 (Cura Italia). Con successivo decreto verranno fissate le modalità di richiesta ed erogazione.
Anche le altre Regioni, in aggiunta a quanto stabilito con il Decreto Cura Italia, stanno procedendo ad individuare aiuti a professionisti/lavoratori autonomi (ed anche ai musicisti) e famiglia ma come moratoria per i mutui, per finanziamenti, per fitti etc… Nessuna Regione al momento ha seguito la Regione Campania nell’erogazione del bonus. I musicisti potranno verificare la possibilità di accedere agli eventuali aiuti visitando la pagina istituzionale internet della propria Regione di residenza.

B) NUOVOIMAIE ( https://www.nuovoimaie.it/fondo-speciale-nuovoimaie-fai-domanda-online-dal-23-marzo-al-23-aprile-2020/ )

NUOVOIMAIE ha creato un Fondo Speciale per artisti a favore di tutti i soci e/o mandanti alla data del 4 marzo 2020, residenti in Italia, che abbiano visto disdettato e/o sospeso e/o interrotto e/o annullato il proprio impegno lavorativo in una delle seguenti ipotesi: concerto e/o spettacolo musicale dal vivo, corso di musica presso scuola privata o pubblica in cui il socio e/o mandante partecipa quale docente, e/o spettacolo radiofonico e/o televisivo in cui il socio e/o mandante avrebbe dovuto partecipare per rendere prestazione artistica di carattere canoro-musicale.
L’esatto ammontare del Fondo è determinato con delibera dell’Assemblea dei Delegati che, compatibilmente con i prossimi interventi normativi, si terrà in data 30 aprile 2020.
A decorrere dal 23 marzo 2020 e sino al 23 aprile 2020 i soci e/o mandanti, collegandosi con il Portale Artisti dell’Istituto, potranno presentare apposita istanza. Avranno diritto al Fondo e potranno presentare l’istanza tutti i soci e mandanti, indipendentemente dal loro reddito da lavoro e dalla circostanza che essi abbiano o meno figli a carico. Tuttavia, volendo aiutare soprattutto i soci e i mandanti diretti che ne hanno maggiormente bisogno, l’Istituto, una volta ricevute le istanze, formulerà una graduatoria che terrà conto dei seguenti parametri:
1) se l’istante ha un reddito da lavoro (Mod. 730 0 Unico) inferiore o pari ad euro 25.000,00 in relazione all’anno di competenza 2018 (dichiarazione dei redditi anno 2019);
2) se l’istante ha figli a carico;
3) quali sono gli eventi lavorativi a cui l’istante non ha preso parte nel primo semestre del corrente anno (periodo compreso tra il 1 febbraio 2020 e il 30 giugno 2020), perché annullati, sospesi o interrotti a causa dell’epidemia Covid-19.
Una volta ricevute le istanze e decorso il termine entro il quale sarà possibile presentarle, NUOVOIMAIE formerà una graduatoria per l’erogazione di una indennità a favore di tutti gli istanti che avranno presentato regolarmente e tempestivamente l’istanza.

C) SIAE ( https://www.siae.it/it/iniziative-e-news/gli-interventi-di-emergenza-
deliberati-dal-consiglio-di-gestione-il-31-marzo-2020 )

Questi gli interventi di emergenza deliberati dal Consiglio di Gestione il 31 marzo 2020:
1) Uno stanziamento di 500 mila euro per l’acquisto di 2.500 pacchi da inviare al domicilio di associati che versano in gravi condizioni economiche, ovvero anziani e/o invalidi.
2) L’istituzione di un fondo straordinario di 60 milioni di euro, finalizzato a sostenere le ripartizioni che vedranno gli effetti negativi in piccola parte nel 2020 e soprattutto nel 2021. Questo fondo non potrà che essere operativo dopo i necessari pareri legali, le prescrizioni di parte dei fondi che per semplicità definiamo “non identificati“ e la eventuale modifica dell’attuale regolamento del vecchio Fondo di Solidarietà.
Si aggiungeranno 50 milioni di euro (per un totale di 110 milioni di euro) finalizzati a garantire liquidità agli associati che ne avranno necessità. Anche qui, al netto dei tempi tecnici necessari ad acquisire pareri legali e a reperire la liquidità, saranno necessarie le medesime deliberazioni dei citati organi. Si tratterà di anticipazioni pluriennali (ovviamente a interessi zero) sui diritti d’autore. Nelle deliberazioni andranno stabili criteri e modalità.
3) Su proposta della Società, il Governo in deroga alla normativa vigente ha previsto che i fondi utilizzati per la promozione dei giovani autori, possano per il 2020 essere utilizzati per sostenere anche autori in difficoltà, oltreché interpreti e mandatari (la norma è all’art. 90 del DL “Cura Italia“ In via di conversione). Il MIBACT, con decreto da emanare dopo la conversione della norma, stabilirà criteri e modalità.
Peraltro, sempre su richiesta di Società, anche una parte del Fondo di emergenza per lo spettacolo sarà destinata ad autori in difficoltà (art. 89 del DL).

D) ITSRIGHT ( https://www.itsright.it/it/news/?idn=181 )
Gli interventi, che hanno un effetto immediato e prevedono anche una specifica revisione del Regolamento generale, sono articolati come segue:
1) Ripartizione straordinaria al 30 Aprile 2020 per il riconoscimento, in aggiunta a quanto comunque maturato sulla base delle ordinarie ripartizioni, entro il mese di maggio, di una somma una tantum così articolata:
Beneficiari
Tutti gli Artisti maggiorenni e residenti in Italia con i seguenti requisiti:
a) che abbiano stipulato un Mandato con ITSRIGHT che risulti in vigore alla data del 3 aprile 2020 e da cui non siano receduti prima di quella data;
b) che nel periodo di tempo dal conferimento del mandato e fino al 31 dicembre 2019 abbiano percepito da ITSRIGHT una somma complessiva non superiore a € 10.000,00 (al netto degli accantonamenti di cui al Regolamento, ma al lordo del corrispettivo dovuto ad ITSRIGHT).
Calcolo del compenso una tantum:
1) per incassi lordi fino a € 1.000 -> una tantum pari a € 1.000,00
2) per incassi lordi da € 1.001 a € 5.000 -> una tantum pari a € 600,00
3) per incassi lordi da € 5.001 a € 10.000 -> una tantum pari a € 400,00
Valore complessivo stimato dell’una tantum = € 3.5 milioni derivanti al 90% dal diritto di Copia Privata e al 10% dagli accantonamenti.
Alla luce della ripartizione straordinaria e del periodo di emergenza che investe tutti, la periodicità della distribuzione dei compensi varierà da trimestrale a quadrimestrale (Aprile,
Agosto, Dicembre).
2) Riduzione del minimo maturato incassabile (art. 11.1/b del Regolamento) da € 150,00 a € 12,00 al lordo del corrispettivo dovuto ad ITSRIGHT e conseguente rilascio immediato delle somme ad oggi in attesa di pagamento.
3) Rinuncia da parte del Consiglio di Amministrazione di ITSRIGHT al proprio compenso maturato sulle somme erogate come una tantum e relativa donazione all’Ospedale Pubblico Sacco di Milano.
4) In favore di tutti i mandanti (artisti e produttori), ITSRIGHT sta finalizzando un accordo con una Banca operante in tutta Italia per offrire agli artisti ed ai produttori ulteriori somme e agevolazioni finanziarie dedicate. Tutti i dettagli dell’operazione saranno oggetto di una nostra prossima comunicazione.

Tutte queste iniziative si aggiungono al lavoro che ITSRIGHT sta portando avanti in ambito internazionale, insieme ad altre importanti società di collecting europee, per attivare un Fondo di Solidarietà Europeo dedicato agli artisti. Su questo tema è stata lanciata anche una petizione firmata da migliaia di artisti europei.

E) SOUNDREEF ( https://www.soundreef.com/blog/coronavirus-soundreef-anticipo-royalty/ )
Tutti gli autori italiani iscritti Soundreef che nel 2019 non hanno superato i 10.000 euro di royalty di incasso, accederanno automaticamente ad un fondo speciale erogato dall’Ente di Gestione Indipendente. Verrà infatti saldato loro un anticipo sulle royalty pari al 50% di quanto maturato dagli stessi autori lo scorso anno. L’importo verrà pagato e accreditato sui loro account online in data venerdì 20 marzo.

Share